Un Festivaletteratura Social

Un Festivaletteratura Social

di Chiara Tranquillita

Anche il festival letterario per antonomasia sbarca sul mondo social.

Festivaletteratura apre le porte ai mezzi comunicativi più cool del momento: twitter, facebook, instangram e una app da scaricare dalle piattaforme più importanti del mondo cumunicativo. La rassegna che dura solamente 5 giorni all’anno ha in realtà allargato la rete di rapporti attraverso l’utilizzo dei social: i continui post scritti durante tutto l’anno permettono di restare in contatto con il pubblico per 365 giorni. Compleanni di ospiti, citazioni, fotografie, segnalazioni di eventi culturali per il Paese, ricordi, progetti, richieste di proposte, video e interviste sono solo alcuni delle occasioni per pubblicare post che sono molto seguiti.

La pubblicazione di fotografie su instagram è stata occasione per far vedere le “dietro le quinte” della manifestazione mostrando le facce di chi lavora alla grande macchina per poterla far funzionare. Un’idea che ha riscosso molto successo dati gli apprezzamenti ad ogni singola foto. Vedremo ora i creativi che cosa organizzeranno per il prossimo anno.

Il logo utilizzato per le varie piattaforme social è quello storico caratterizzato dal colore blu che richiama la maglietta dei volontari che caratterizzano il Festival mantovano. Gli stessi volontari permettono di allargare la rete di contatti attraverso la condivisione o l’inserimento di hashtag di momenti divertenti o semplicemente della loro esperienza. Considerando che ormai i volontari vengono da tutta Italia, la rete creata è a livello capillare sul Nostro territorio. Data l’importanza di questi nuovi modi di comunicare, da un paio di anni sono state inserite due figure che si occupano esclusivamente della parte social.

L’app, che è utile solamente per i 5 giorni della manifestazione, è dotata di una piantina della città dove sono segnalati i luoghi in cui si svolgono gli eventi, il programma completo e attraverso delle notifiche, vengono segnalati i cambiamenti che possono avvenire. L’applicazione per smartphone ha riscosso molto successo grazie ad una grafica semplice e molto pratica.

L’entrata nel mondo social ha permesso di far conoscere il festival ancora di più, ha aperto le porte ad un pubblico diverso e più giovane. Il social ha permesso alla letteratura di stare al passo con i tempi.

festivaletteratura9

Chiara Tranquillita

Chiara Tranquillita

Specializzanda presso la Scuola di specializzazione in Beni Storico Artistici di Bologna. Laureata in Discipline artistiche con tesi in arte moderna presso l'Università di Verona. Appassionata del mondo museale e affascinata dall'organizzazione di mostre temporanee.

Chiara Tranquillita ha scritto articoli per ArtShape.