In Valle d’Aosta arrivano grandi capolavori della pittura spagnola.

In Valle d’Aosta arrivano grandi capolavori della pittura spagnola.

di Luca Minella

Il 2014 segna un importante evento espositivo per il rinomatissimo Forte di Bard: giungono dal monastero catalano di Montserrat importantissimi capolavori che vanno dal romanico fino al Novecento comprendenti artisti del calibro di Rembrandt, Caravaggio, Picasso, Tiepolo, Luca Giordano, Dalì, Tapies, Monet, Fortuny, Sisley, Pisarro e molti altri grandi maestri della scena artistica europea.

Le sale del forte, con un progetto illuminotecnico ben calibrato, ospitano una raccolta eterogenea di uno spaccato di storia dell’arte europea distribuita su sette secoli. L’evento è di notevole importanza perché si ha, per la prima volta in Italia, l’opportunità di vedere una interessantissima collezione proveniente da uno dei più importanti monasteri al mondo. La sua storia ebbe inizio nel 1025 (anno della fondazione) e chiuse il suo primo ciclo storico nel 1811 quando venne distrutto dalle truppe napoleoniche. Ricostruito nel corso del XIX° secolo ritornò a nuova vita assurgendo un ruolo chiave come meta di pellegrinaggio a tal punto che ogni anno
registra circa un milione di visite da parte di pellegrini e turisti.

Pietra miliare dei siti monastici e diventato anche uno dei più importanti esempi del collezionismo a livello mondiale poiché nel corso dei secoli si sono sommate numerose acquisizioni, donazioni, custodie e salvataggi di opere d’arte creando così lo stato attuale delle collezioni, autentica eccellenza di livello mondiale.
Questa mostra è una rara opportunità di ammirare un percorso espositivo costituito da capolavori appartenenti a secoli tra di loro molto diversi e lontani; una grande parte è certamente riservata all’Ottocento, al Modernismo spagnolo e ovviamente al Novecento i cui i capolavori dell’avanguardia chiudono un magnifico percorso che aveva preso il via dai capolavori dell’ epoca medioevale.

La mostra stupisce inoltre per la grande varietà di opere: non solo dipinti ma anche incisioni, disegni, tecniche miste, stampe, il meglio di ogni secolo è rappresentato da grandissimi nomi fino alla riscoperta di un Picasso inedito, più segreto, precedente all’avanguardia cubista e magistralmente inserito nella tradizione della figurazione pittorica con capolavori che rivelano la vita artistica di un vero enfant prodige.

Montserrat. Opere maggiori dell’abbazia. 31 gennaio – 2 giugno 2014, Forte di Bard (Valle d’Aosta)

Luca Minella

Luca Minella

Studente presso la Scuola di Specializzazione in Beni Storico-Artistici dell'università di Bologna, laurea in storia dell'arte presso Università di Torino, apprendistato di pittura presso la Angel Academy of art di Firenze; studioso di pittura del XIX secolo e arte orientale, pittore.

Luca Minella ha scritto articoli per ArtShape.